Help
Help

I MINI BOSS

Durante il vostro viaggio attraverso le varie zone di quello che è il mondo di Dark Souls vi capiterà di incontrare dei veri e propri mini - boss.
Dovrete utilizzare tutte le vostre capacità per eliminarli e state certi che vi impediranno di andare avanti a tutti i costi.
Di seguito c'è una lista dei vari mini-boss e di quella che è la miglior strategia per eliminarli.
Alcuni di questi nemici non sembrano dei veri e proprio mini-boss, ma visto che una volta uccisi non respawneranno, è lecito definirli come tali.

CINGHIALE CORAZZATO
external image steerpike_DarkSoulsDiaries_ArmoredTusk.jpg

Eccoci qui con la mini-guida per sconfiggere questo agguerrito nemico, a dir il vero un mini-boss. Incontrete questo nemico nel Borgo dei Non Morti, e vi avviso subito che ha 2 attacchi principali:
  • l'incornata (attacco frontale);
  • scalciata (attacco che effettua con le zampe posteriori).

Questo nemico è interamente coperto da una corazza, ciò significa che i vostri colpi, non solo saranno meno efficaci del normale, ma addirittura rimbalzeranno su di esso come quando colpite un muro. Come batterlo? Prima di tutto non correte verso di lui, ma fermatevi sotto la 1° torre e fate avvicinare il nemico nascosto sulla destra per eliminarlo. Ora, stando attenti a non superare la 1° torre, fate avvicinare anche il lanciere che gli sta vicino e come per il primo nemico eliminate anche questo. Finalmente potete dedicarvi al nostro amico cinghiale corazzato: appena vi vedrà si lancerà alla carica, non serve che vi dica che se vi colpisce vi farà parecchi danni. Evitate la sua carica rotolando di lato e cercate sempre di stargli vicino, nella parte laterale/posteriore (attenti alla scalciata) e colpitelo più che potete (se usate la spada potete incantarla con la Resina Dorata). Una volta che la sua vita sarà scesa di 2/3 colpitelo sul retro e il vostro pg gli infilerà letteralmente nel posteriore la vostra arma per concludere il combattimento con il mostro.
Affrontare questo nemico nelle prime fasi di gioco potrebbe rivelarsi una vera e propria impresa, tuttavia non c’è mai un solo modo di combattere ecco perché oltre al metodo più “cavalleresco” descritto prima, ora vi illustreremo come sconfiggere questo mostro in un paio di modi veramente semplici. Una volta sconfitto il soldato non morto armato di lancia alla vostra destra, adescate il Cinghiale verso di voi dopodiché fuggite qualche gradino sulle scale a destra che salgono, in modo da mettere tra voi e il vostro aggressore quel grosso falò che brucia allegramente. Noterete che il Cinghiale si danneggerà finendo nelle fiamme, se il mostro si allontana ripete l’operazione di adescamento e fuga finchè non morirà. Potrete sfruttare le scale anche solo per colpire il cinghiale con la vostra arma, dato che lì sarete fuori dalla sua portata. Un altro metodo è quello di salire le scale fino a sopra, sconfiggere i soldati non morti che vi attendono lì e una volta liberato il campo bersagliare il Cinghiale Corazzato con i vostri attacchi a distanza o con i vostri attacchi magici (Stregonerie, Piromanzie e Miracoli). Da sopra il ponte potrete anche tentare un attacco in caduta, ma il nemico dovrà essere proprio sotto di voi o non lo colpirete.
Come dite? Non volete sporcarvi le mani? E va bene, ecco allora il metodo più semplice in assoluto, che vi permetterà di sconfiggere il Cinghiale senza nemmeno sfiorarlo con un dito. Una volta che avrete sconfitto i soldati non morti che trovate sopra (un lanciere e due balestrieri) raccogliete dal cadavere il Teschio Esca. Questo particolare oggetto è in grado di attirare alcuni nemici nel luogo in cui lo lanciate…avete capito cosa fare, vero ? Equipaggiate il Teschio Esca nel vostro inventario di uso rapido, quindi lanciatelo in uno dei due falò che trovate di sotto, in questo modo il nemico si butterà sull'esca finendo tra le fiamme, usate tutti e quattro gli oggetti che avete appena raccolto per farlo finire 5-6 volte tra le fiamme e vedrete il Cinghiale andare in fumo.

Purtroppo, itroverete questo nemico molto più avanti nel gioco, precisamente all’entrata degli Archivi del Duca, anche se questa sarà la versione potenziata, il Cinghiale Blindato. Purtroppo in questo posto non ci sarà nessun falò da sfruttare e dovrete vedervela persino con due Cinghiali, anche se non contemporaneamente. La brutta notizia in questo caso è che li dovrete affrontare in un corridoio, sarà quindi difficile schivare gli attacchi e girare intorno al nemico. Sappiate però che i Cinghiali sono confinati all’interno degli Archivi, quindi volendo potrete farvi inseguire fino all’inizio del corridoio, dove siete entrati, e colpirli dalla distanza, perché non avanzeranno oltre il limite del corridoio. Questo metodo è ottimo con il primo dei due cinghiali, ma difficile da mettere in pratica con il secondo. Per il secondo il nostro consiglio è quello di affrontarlo nella stanza degli Archivi che c’è dopo il corridoio di ingresso, dove avrete molto più spazio per girare intorno al nemico e schivare i suoi attacchi, inoltre potrete sfruttare le due colonne della stanza, nascondendovi dietro di esse per evitare le cariche del mostro e uscendo allo scoperto per attaccarlo. Anche qui c’è un punto dove il Cinghiale non può arrivare: salite sui gradini che portano all’ascensore e rifugiatevi in uno degli angoli, il nemico tenterà di raggiungervi ma data la sua stazza non passerà tra la colonna e l’ascensore: stazionate lì e colpitelo rimanendo fuori dalla portata dei suoi attacchi.

VIVERNA
lGFh6.jpg

Uno dei nemici più tosti dell'intero gioco, ma fortunatamente si tratta di un nemico opzionale, e non è necessario ucciderlo per proseguire nell'avventura. Questo drago sorveglia il ponte che si trova sopra il falò nella torre danneggiata del Borgo dei Non Morti; se proverete ad avventurarvi sul ponte, il drago vi darà un caloroso benvenuto con una impressionante vampata di fuoco in grado di ridurvi in poco tempo in cenere. La prima cosa da fare quando lo incontrerete sarà correre come dei matti fino alla scalinata che si trova a metà del ponte, sulla destra. Il drago potrebbe riuscire a colpirvi, ma se sarete veloci (e full hp) dovreste riuscire ad arrivare fino alla scala. Da li, scendete l'altra scala sulla sinistra e arrivate fino ad un'ulteriore scala rossa, che con un calcio farete cadere e che vi permetterà di ritornare al primo falò incontrato nel borgo. A questo punto, il drago non sarà più un problema perché potrete tranquillamente evitarlo. Sicuramente, quando lo incontrerete per la prima volta sarete troppo deboli per affrontarlo, ma una cosa che vi consiglio di fare è di dotarvi di un arco e di una cinquantina di frecce, con le quali potrete staccare la coda al drago se vi posizionate sotto il ponte e mirate a sinistra, dove avete combattuto con un soldato non morto. La coda, dopo diversi colpi subiti, si staccherà, droppandovi la Spada Leggera del Drago, un'arma molto potente e dotata di un attacco a distanza devastante. Per uccidere il drago invece dovrete tornare quando sarete molto più potenti e possibilmente dotati di un Arco dell'Ammazzadraghi + 5 e relative frecce dell'Ammazzadraghi. Affrontarlo in corpo a corpo, sebbene possibile, è pura follia in quanto non potrete parare il suo tremendo attacco infuocato. Se optate per questa (sconsigliabilissima) soluzione, equipaggiate un'armatura che vi dia molta resistenza al fuoco (se nello scontro con Ornstein e Smough avete ucciso Smough per ultimo, dovreste essere in grado di acquistare il suo set completo da Domhnall di Zena, che vi darà una notevole resistenza al fuoco) e usate le pareti in pietra del ponte per ripararvi da quanti più attacchi possibili, vibrando fendenti alle gambe e al corpo della bestia quando vi passerà davanti, ma tenete sempre presente che potrebbe uccidervi con pochi colpi.

CAVALIERE NERO
external image Black-Knight.jpg

Questo nemico non è un vero e proprio miniboss, dato che lo incontrerete molto spesso nel gioco e in diverse locazioni sparse per il mondo di Dark Soul, se però vorrete affrontare quelli che trovate nel Borgo dei Non Morti all’inizio della vostra avventura, sconfiggerli potrebbe diventare un’impresa titanica visto il livello basso del vostro personaggio. Troverete il primo cavaliere nero poco prima della torre di pietra con il Demone Toro, scendendo sulla destra invece di salire le scale a sinistra. Il cavaliere vi darà le spalle, dandovi la possibilità di poter sferrare un colpo per primi. Cercate solo di non avvicinarvi troppo o si accorgerà di voi. La tattica migliore è quella di farvi inseguire fino allo spiazzo sulle scale, di fianco alla torre dove c’era un nemico armato di balestra, questo è un luogo sufficientemente ampio all’interno del quale potrete schivare gli attacchi del nemico e girargli intorno comodamente. È vivamente sconsigliato affrontare il cavaliere nero in spazi stretti, dato che i suoi attacchi sono in grado di rompere la vostra guardia e farvi a pezzi anche se li affrontate tenendo alto lo scudo, soprattutto se siete ad un livello basso.Una volta che vi avrà seguito in un luogo più largo, memorizzate i suoi tipi di attacchi e trovate il tempo per portare i vostri, girategli costantemente intorno tenendolo agganciato e sfruttate l’occasione quando lancia il suo affondo con la spada dritta ( di solito preceduto da un colpo con lo scudo) per fargli un backstab.Ricordate che una volta colpito con questo attacco dovrete riagganciarlo appena si alza.

Il secondo cavaliere nero del Borgo è prima della Chiesa dei non Morti, in cima ad una torre dietro quella dove si posa il Drago Rosso. A differenza dell’altro, questo è armato dello spadone ammazzadraghi, una spada terrificante ed estremamente letale. Come prima dovrete cercare di attirarlo in una zona più larga rispetto alla cima della torre. Il luogo migliore è appena sotto, dove c’è il Cinghiale Corazzato (ovviamente dovrete sconfiggere prima lui e liberare la zona dagli altri nemici). La tecnica è sempre la stessa, agganciate il nemico e state continuamente in movimento, memorizzando i suoi attacchi per capire quando potrete colpire voi in risposta. In questo caso gli attacchi saranno un po’ più lenti rispetto a quelli del cavaliere precedente, ma, in compenso, saranno molto più pericolosi. Dovrete cercare assolutamente di schivare l’attacco che fa colpendo con la spada dall’alto in basso, dato che anche se lo bloccate vi inchioderà al terreno levandovi un sacco di Punti Vita. Se siete ad un livello basso è meglio non bloccare nessun attacco di questo cavaliere, ma cercare di capire la portate dei suoi colpi e restare ad una distanza di sicurezza, o schivare rotolando. Ci vorrà molta pazienza per batterlo se non avete livellato un po’, sfruttate il tempo in cui carica i suoi attacchi più potenti per girargli intorno e prenderlo alle spalle.

Troverete altri due tipi di cavalieri neri, un con un’ascia e l’altro con un’alabarda, ma più avanti nel gioco e, presumendo che il vostro personaggio sia più forte e meglio equipaggiato, potrete affrontarli normalmente, bloccando e schivando o addirittura cercando di portare qualche parata e contrattacco. Non sottovalutate mai questi avversari, cercate di attirarli in luoghi dove sia possibile muoversi liberamente e sfruttate le pause nei loro attacchi per colpire o prenderli alle spalle.


GOLEM D'ORO

external image 2saii4y.jpg

Versione potenziata di Golem di cristallo che troverete in varie parti del gioco. A differenza della sua controparte minore, ha più PV, ha attacchi più potenti, e in poche parole, è più pericoloso. L'unica differenza rispetto al collega blu è che l'eruzione di cristalli colpirà in un'area minore e più vicina al mostro. Per il resto tutto è identico, i pugni e i movimenti sono uguali, ciò vuol dire che è estremamente lento e che se siete in difficoltà potrete allontanarvi in sicurezza. Affrontare questo nemico senza scudo è molto più difficile, visto che sarà più resistente ai vostri colpi. Bloccate e girate introno al nemico abbassando lo scudo per recuperare energia ogni volta che vi è possibile.

Li troverete in diversi punti del gioco, in particolare nel Bacino Radiceoscura (dove c'è l'Hydra), nel giardino antistante gli Archivi del Duca e nella Caverna di cristallo. Apparte quelli nella caverna di cristallo, che vi attenderanno sui cristalli giganti e potranno farvi cadere nel precipizio in qualsiasi momento, tutti gli altri verrano affrontati in un'area piuttosto ampia, dove avrete tempo di organizzarvi. La sconfitta di due di questi, in particolare, vi permettaranno di completare alcune quest secondarie:
  • dopo aver sconfitto l'Hydra, potrete sconfiggere il Golem d'oro nel Bacino Radiceoscura per liberare la principessa Dusk di Oolacile, che vi venderà alcune utili stregonerie. Nella Prepare to Die Edition, la sconfitta di questo golem è indispensabile per accedere alle nuove zone.
  • nel giardino degli archivi del duca. Sconfiggetelo per liberare Sieglinde di Catarina, indispensabile per portare avanti la quest con Siegmeyer di Catarina.


MACELLAI
external image butcher.jpg
Troverete due di questi nemici appena scesi nelle Profondità. Il primo custodisce un forziere con all'interno il Tizzone Grande (indispensabile per evolvere le vostre armi), mentre il secondo è nella stanza con i barili dov'è imprigionato Laurentius. Tutti e due sono armati di una grossa mannaia e di un coltello, e nonostante siano piuttosto prevedibili, dispongono di attacchi molto potenti e non facili da bloccare. Normalmente useranno una serie da tre colpi di taglio, che dovrete cercare di bloccare per infliggere voi danni. Fate attenzione al loro allungo quando colpiscono col fendente, la vostra migliore occasione sarà quando evitate il taglio verticale, dato che è un attacco molto lento avrete tutto il tempo per effettuare un backstab. Il loro colpo più pericoloso è cosidetto il "K.O. della mannaia", una combo di due attacchi: il primo vi butterà a terra e il secondo sarà un colpo di mannaia dato alla massima potenza che vi toglierà un enorme ammontare di PV. Fate attenzione perchè se va a segno il primo colpo (quello che vi butta a terra) sarà impossibile evitare il secondo. Nel complesso sono comunque attacchi lenti, che vi lasceranno il tempo di fare le vostre contromosse. Il terreno di scontro sarà abbastanza ampio, sempre che abbiate già provveduto a sgombrarlo da tutti gli altri nemici.


RATTO GIGANTE
external image giant-undead-rat-large.jpg

Un ratto non morto decisamente troppo cresciuto che incontrerete nelle Profondità. Probabilmente uno dei mini-boss più facili da sconfiggere, potrete oneshottarlo semplicemente con un attacco in caduta su di lui (prima dello scontro sarete in posizione sopraelevata rispetto a lui). Se doveste fallire l'attacco in caduta, non preoccupatevi: il vostro nemico ha a disposizione un solo attacco, facilissimo da evitare e da parare. Colpitelo e paratevi finché non andrà al tappeto.


NEGROMANTE
external image necromancer-large.jpg

Questi nemici, sebbene non siano dei veri e propri mini-boss, potrebbero rappresentare un ostacolo insormontabile se deciderete di avventurarvi nelle Catacombe senza un arma divina. I negromanti sono in grado di lanciare delle sfere infuocate dalle lanterne, ma l'abilità che li rende particolarmente temibili è quella di riportare continuamente in vita gli scheletri che abbatterete, rendendoli di fatto immortali. Potrete tuttavia porre fine alla loro rinascita con un arma divina o uccidendo i negromanti. La seconda opzione è particolarmente difficile in quanto i negromanti, non appena vi avranno individuati, correranno il più lontano possibile da voi, obbligandovi ad inseguirli e ad attirare su di voi le attenzioni di un numero sempre maggiore di scheletri. Il procedimento migliore consiste nell'avventurarsi nelle Catacombe con un'arma divina, cosa che vi faciliterà non poco la vita. Una volta uccisi, i negromanti non respawneranno (come tutti i mini-boss, ad eccezione dei Cavalieri Neri della Fornace della Prima Fiamma).


CERBOTTANIERE
external image %D0%A1%D0%BD%D0%B0%D0%B9%D0%BF%D0%B5%D1%80_%D1%81_%D0%B4%D1%83%D1%85%D0%BE%D0%B2%D0%BE%D0%B9_%D1%82%D1%80%D1%83%D0%B1%D0%BA%D0%BE%D0%B9_2.jpg

Questi individui con un secchio in testa infestano la Città Infame e sono abbastanza fastidiosi. Il loro unico attacco consiste nello spararvi con le loro cerbottane dei dardi in grado di causare tossicità sul vostro personaggio con appena 2 hit. Quel che è peggio, tali dardi sono imparabili (non si sa perché gli scudi siano in grado di parare frecce e colpi di arma bianca ma siano completamente impotenti di fronte a dei piccoli dardi), cosa che vi costringerà a fare lo slalom tra le traiettorie dei dardi. Nella parte della Città con le ruote di legno vi è una sezione con un alto numero di questi nemici, affiancati da alcuni cani sputafuoco. Se non avete un discreto numero di muschi rossofioriti (l'unico rimedio alla tossicità), la soluzione migliore è di evitare quella sezione, in quanto non ne uscireste vivi facilmente. Fortunatamente, i loro PV sono estremamente bassi ed anche un colpo può essere sufficiente per metterli al tappeto.


AMMASSO DI ANIME
external image mass-of-souls-large.jpg

Troverete due di questi nemici nella parte bassa delle rovine di Petite Londo, una volta che l'avrete liberata dalle acque. È una specie di enorme ammasso di corpi fusi assieme in qualcosa simile ad uno slime. Possiede un sacco di PV e, nonostante la mole, si muove velocemente strisciando sul terreno. Possiede solo due attacchi:
  • farà uscire dalla bocca una grossa lancia per colpirvi. Ha una grande portata e non si può contrattaccare, ma in compenso non sarà difficile evitarla o bloccarla con lo scudo.
  • sputerà dalla bocca una fontana di schifosa gelatina nerastra, che se vi colpisce vi rimarrà attaccata, e finchè non scompare limiterà drasticamente la vostra mobilità, vi succhierà lentamente PV e ridurrà il potere delle fiaschette estus. Tra tutti i suoi attacchi è quello che dovete assolutamente evitare, per non trovarvi in spiacevoli condizioni di combattimento.

Oltretutto, vi manderà vari contro Wisp, teschi volanti che vi inseguiranno ed esploderanno appena sarete abbastanza vicini. Visti i suoi elevati PV, ci vorrà del tempo per abbatterlo, ma in compenso potrete prenderlo facilmente alle spalle, visto che incredibilmente è più lento a ruotare su se stesso che non a muoversi in giro. Quando siete alle sue spalle, nessuno dei suoi attacchi potrà raggiungervi, e dovrete fate solo attenzione al rilascio degli Wisp.


DRAGO ZOMBIE
external image v3CEc.jpg

Questo nemico farà la comparsa in due precisi punti del gioco: sul sentiero montano che collega la Città Infame con la Valle dei Dragoni, e nel Mondo Dipinto di Ariamis. In entrambi i casi, il drago sarà assopito, ma non appena vi avvicinerete si desterà e inizierà ad attaccarvi. Entrambe le volte potrete evitarlo, correndo e saltando oltre nel primo caso e prendendo la strada sotto l'arena distrutta nel secondo. Prestate molta attenzione a quello che incontrerete sul sentiero montano, poiché comincerà ad attaccarvi solo quando gli sarete arrivati davanti ed in quel caso difficilmente riuscirete ad evitare una prematura fine. Quello del Mondo di Ariamis invece vi noterà da lontano e balzerà in avanti per attaccarvi, perdendo la parte posteriore del corpo nel salto. Questo nemico ha due attacchi: il primo attacco consiste nello sputare dalla bocca un getto di veleno che ricopre tutta l'area intorno a lui; questo attacco non causa danni diretti, ma vi avvelenerà in breve tempo. Con il secondo attacco (ben più pericoloso) cercherà di colpirvi direttamente con gli artigli e se riuscisse a prendervi i danni sarebbero considerevoli. Il drago ha un grosso punto debole: non si può muovere. Se volete evitare lo scontro diretto, potrete ucciderlo usando archi, balestre o magie, procedimento sicuramente lento ma privo di qualsiasi rischio. Se invece ve la sentite di affrontarlo nel corpo a corpo, potete sfruttare i pochi secondi che il veleno impiega per propagarsi per colpirlo alle zampe, cosa che vi terrà al sicuro anche dall'attacco con gli artigli. Un appunto: quando avrete sconfitto il drago zombie del Mondo di Ariamis, la parte posteriore del suo corpo vi sbarrerà la strada. Eseguite un attacco in salto per farla alzare e passate in mezzo le gambe per proseguire.


DEMONE DELLA TITANITE
ds_statue_miniboss.jpg

Anche questo nemico lo troverete in diversi luoghi di Dark Souls, ma fortunatamente nella maggior parte dei casi saranno luoghi abbastanza ampi da potervi permettere un combattimento normale, senza dover prestare attenzione a finire in qualche burrone o incastrati in stretti corridoi. Solamente in tre punti gli spazi saranno a vantaggio del mostro:
  • a Lost Izalith, dove il Demone della Titanite vi attenderà su un ponte con pericolo di caduta. Se avete stretto il Patto del Servitore del Chaos con grado +2, aprendo in questo modo la scorciatoia, potete prenderlo alle spalle;
  • sul fondo della Fortezza di Sen, dove, nonostante gli spazi larghi, avrete bisogno dell’Anello di ferro Arrugginito per muovervi liberamente, dato che il pavimento sarà ricoperto di fango. Se non volete rischiare, ammazzateli dalla distanza (meglio se conun Arco dell'Ammazzadraghi + 5 e relative frecce dell'Ammazzadraghi).
  • nelle Catacombe, dove andrà affrontato all'interno di un corridoio (più precisamente quello dove c'è la bara per accedere al patto di Nito), dove sarà quindi difficile schivare gli attacchi e girare intorno al nemico. In questo caso, il demone non avanzerà oltre il limite del corridoio, e perciò sarà possibile eliminarlo dalla distanza con piromanzie e magie.

La strategia da adottare contro questo nemico sarà praticamente sempre la stessa: se intendete affrontarlo con attacchi dalla distanza, sappiate che lancerà contro di voi delle saette magiche piuttosto lente e prevedibili, che non saranno un grosso problema, la cosa più difficile sarà trovare la giusta distanza, se infatti vi avvicinerete troppo può darsi che il vostro nemico scelga di attaccarvi in salto: questo è un attacco molto pericoloso, dato che è rapido e fa un gran male, siate veloci a sollevare lo scudo in posizione di blocco appena salta. Fate sempre attenzione anche ai suoi attacchi normali, il suo bastone è enorme e il suo braccio molto lungo, valutate attentamente perché anche se vi sembra di essere fuori dalla sua portata, potrebbe non essere così e se vi colpisce farà molto, molto male! Nel corpo a corpo invece, non dovrete assolutamente stargli davanti, prendetelo alle spalle, dalla parte dove non ha la gamba, e colpite lì. Anche se siete dietro di lui non siete al sicuro dai suoi colpi, gli attacchi del Demone della Titanite hanno una portata di quasi 360°, ciò vuol dire che se anche vi sembra stia attaccando di fronte a lui, il suo bastone ruoterà fino a coprire una vasta zona, riuscendo a colpirvi anche se siete alle sue spalle. Tenete sempre lo scudo sollevato anche se siete dietro di lui; il momento migliore per portare qualche colpo è dopo che il nemico ha fatto il suo attacco dall’alto in basso (un colpo lento e per portarlo inarcherà anche la schiena) dato che ci metterà qualche secondo per recuperare, avrete tempo per colpire due o tre volte. Se rimanete sempre dietro di lui, ogni tanto il Demone salterà per recuperare la posizione di fronte a voi: se salta e si allontana non ci sono problemi, ma spesso salterà solo per tentare di colpirvi e in questo caso potrebbe essere difficile contrastare questo attacco, il segreto sta nel non perdere di vista il nemico. Per prima cosa dovrete tenerlo agganciato, tuttavia saltando si “sgancerà” e anche se avete lo scudo il posizione di blocco, vi colpirà lo stesso col suo attacco dall’alto; nel momento in cui salta dovrete quindi ruotare la telecamera per tenerlo agganciato e tenere sollevato lo scudo per riuscire a bloccare il suo colpo.

Come sempre tenete sotto controllo la vostra barra di energia: bloccare i colpi di questo nemico la farà calare rapidamente, recuperate abbassando lo scudo ogni volta che potete. È un nemico con molti PV e ci vorrà parecchio per batterlo, almeno le prime volte, successivamente con un equip potenziato sarà più facile.

Se il vostro personaggio è un mago ed avete qualche magia potente nel vostro equip potrete sbarazzarvi facilmente del Demone della Titanite di Anor Londo: colpitelo dalla balconata superiore restando fuori dalla sua portata ( per centrarlo usate l’agganciamento automatico ), questo funziona anche con il miracolo Lancia del Fulmine ricordando però di rimanere nell'angolo destro della balconata. Purtroppo archi e piromanzie non lo potranno centrare dalla balconata.

Come la maggior parte degli altri miniboss, i Demoni della Titanite non respawneranno una volta uccisi, eccenzion fatta per il demone sul ponte che conduce a Lost Izalith, che continuerà a riapparire anche una volta ucciso (molto utile per fare incetta di Titaniti del Demone con poco sforzo).


HYDRA (YAMATO)
miniboss_hydra.jpg

L’Hydra è un nemico che a prima vista sembra imbattibile, ma una volta capito il metodo vi accorgerete che sarà una passeggiata. La prima volta che lo incontrate sarete, molto probabilmente, nel Bacino Radiceoscura: in questo caso sarà più semplice perché avrete un riferimento a cui puntare (ovvero il cadavere con l’oggetto che c’è in riva al lago), ma anche se ve la vedrete con lui nel Lago di Cenere sarà la stessa cosa: dovrete cercare di arrivare il prima possibile di fronte a lui entrando di qualche passo nell’acqua del lago. Il difficile è che questo nemico possiede un attacco a distanza devastante e ha la capacità di scorgervi da parecchio lontano, molto di più che i nemici normali. Non appena sarete nel suo raggio visivo, sparerà dalle sue nove bocche un cannone ad acqua, schivarlo non sarà facile visto che l’attacco interessa un’area piuttosto larga, sfruttate qualche elemento dello scenario se ce ne sono o bloccate con lo scudo per ridurre i danni. Affrontarlo a distanza mentre siete nel raggio d’azione del suo attacco è impossibile, vi eliminerà troppo in fretta rispetto ai danni che potrete infliggergli.La cosa che dovete fare il prima possibile è avvicinarvi più che potete, fino ad entrare qualche passo nel lago, cercate di correre in diagonale rispetto a lui, così da uscire dal suo attacco a distanza e nel frattempo avvicinarsi, se correte dritto probabilmente vi beccherete in faccia il suo attacco e non è consigliabile.

Una volta che sarete abbastanza vicini, il mostro cambierà tattica, cercando di colpirvi direttamente con le sue bocche: bloccate con lo scudo alto e poi colpite le teste che si sono infilzate nel terreno. Man mano che colpite le teste verranno tagliate, ad un certo punto ci saranno diversi “punti ciechi” nei suoi attacchi, cioè dei punti in cui non verrete colpiti anche se siete di fronte a lui a causa della mancanza di teste: a quel punto preoccupatevi solo dell’attacco fino a farlo fuori !

Ovviamente potrete anche tentare di combattere dalla distanza, ma sarà più difficile prendere la mira, poiché spesso e volentieri rimane fuori portata .C’è inoltre la possibilità di mettersi in un punto sicuro, che di solito è qualche passo fuori dall’acqua, in quel punto il mostro continuerà a tentare di colpirvi col suo cannone d’acqua, ma i suoi colpi vi supereranno senza beccarvi, da lì potrete colpirlo comodamente con l’arco mirando al suo corpo centrale, se preferite questo tipo di combattimenti. State sempre attenti ai movimenti del mostro, se indietreggia verso il centro del lago può darsi che la zona d’effetto del suo attacco si modifichi e in quel momento potreste venire colpiti, di solito però, il nemico si muoverà in funzione di voi: se rimanete fermi in un punto, lui farà lo stesso.

Curiosità: l'Hydra in realtà è un esemplare di Yamata no Orochi, antagonista dell'eroe divino Susanoo (di cui è presente nel gioco la katana gigante Murakumo, nome dell'arma del dio delle tempeste e dei mari), presentato nella leggenda giapponese che ritrae lo scontro tra i due.


Load more